Crea sito
Archive | Racconti RSS feed for this section

RACCONTI – Il duro e la finestra illuminata

donna-alla-finestra

Avete presente quando in un locale da ballo ci sono quelli che in pista ballano, fregandosene di poter sembrare ridicoli, socializzano, insomma fanno tutte le cose normali che si fanno quando si sta in un luogo affollato dove la gente suda e i ferormoni volano alti e si cerca in qualche modo la via dell’accoppiamento. […]

Continue Reading →

RACCONTI – Maddalena attraversa il deserto

desert married

E’ possibile che il candore da Biancaneve con gli anni sia rimasto intatto? Che anzi possa diventare ancora più candido? Provi signora provi, il mio detersivo sbianca il doppio e costa la metà. ma è un destino. Se ti chiami Maddalena sei una puttana candida. Ma un candido ruvido, come la bella sensazione che si […]

Continue Reading →

Quelle 100 sterline che ti cambiano la vita

B1UuXwzkZ0S._SL1000_.png

Quando Peter lasciò la band volle liberarsi di ogni cosa potesse ricordagli quel periodo. La prima cosa che vendette fu la chitarra, una Les Paul del 1959. La cedette per 100 sterline ad un promettente chitarrista irlandese dicottentte: Robert William, meglio conosciuto come Gary. Fu la prima chitarra elettrica di Gary, da 4 anni possedeva […]

Continue Reading →

RACCONTI – Anna bianco e nero

annaimg

Il sole si riflette sul muro bianco rendendolo quasi trasparente. A leggere le singole particolarità di acqua e cemento che lo formano. E’ un bianco diverso rispetto a quello del vestito di Anna. E’ strano come lo stesso neutro colore che ha dentro di se tutto e niente, esattamente ma all’opposto del nero, abbia così […]

Continue Reading →

RACCONTI – Sinfonia per corpo sfocato, surf band e tette traditrici

lombra-della-sera-e1453725672298

Si vabbeh, vendi i dischi al banchetto del gruppo ma ti guardo le tette. Distrattamente che devo stare attento a non sporcarmi con la maionese che schizza dal panino. La una di notte nel locale dove un gruppo mascherato suona surf psichedelico non è il massimo per guardare tette distratti, azzannare un panino e bere […]

Continue Reading →

RACCONTI – La geometria di Antigone

0001862420_10

Perché nella vita ci vuole un po’ di geometria. In fondo siamo tutti dei solidi. Solidi di carne. Figure mutevoli che si scontrano tra di loro. Che si attirano, che si incastrano. Un grande tetris della sensualità corporea. Si ma intanto il silenzio rumoroso di questo posto ha qualcosa di fragile oggi. Il brusio dell’esterno […]

Continue Reading →

RACCONTI – Audrine ha un sapore viola

sexy-robot

Non si era mai davvero permesso di lasciare andare il desiderio che provava nei confronti di Audrine. Poi si era trovato a pensare quale fosse il suo sapore. Nulla di più, ma il pensiero era divinamente sconvolgente. Una cosa leggera. Come se avvicinarsi con il pensiero ad una carnalità così ficcante potesse essere oltre le […]

Continue Reading →

RACCONTI – Tutte le cose che non ricordo

night-walking-by-the-lamps

Essere svegliati alle 5 del mattino da un sogno erotico spinto, dentro ai bagni della stazione di Berlino, dal segnale orario e dal radio giornale di Radio 1. Fanculo. Mantengo gli occhi chiusi e rimango immobile nell’aria calda e stagnante. Era anche un bel sogno, cazzo, di quelli ricchi di particolari. Eppure inizio già a […]

Continue Reading →

RACCONTI – Isabelle si dondola nella notte

bigass

Isabelle camminava dondolandosi piano. Aveva gli occhi scuri che quasi non potevi penetrarli da tanto che erano barriera. Luccicanti. Isabelle portava maglie nere come i suoi occhi e cercava spesso di scivolare nel buio per mimetizzarsi sul confine delle ombre della notte. La guardavo dondolare il sedere. Diceva di vergognarsene un po’ sin da quando […]

Continue Reading →

RACCONTI – Camminando con Vivienne

vivienne

E’ strano come la vita ribalti le prospettive. Ho incrociato Vivienne quasi per caso qualche giorno fa. Abbiamo fatto un tratto di strada assieme. Perché si sia messa a parlare con me non so, me lo chiedo da qualche giorno. Tutti i giorni da quella sera facciamo un tratto di strada assieme. Così giocando con […]

Continue Reading →