Ossessioni e vuoti a rendere Blog

MUSICA – Drunkards, il thrash bergamasco anni ’80… meglio della Bay Area

hqdefault

Bergamo non è la Bay Area. Che l’aura mitologica americana metta tanto sale nelle epiche storie musicali lo sappiamo da tanto. Anche perché altrimenti una band come i Drunkards avrebbe dovuto assurgere allo status di band cult. Invece è una piccola storia tutta italiana. Cult infondo lo è, se è vero che l’agognato secondo disco […]

Continue Reading →

MUSICA – Nicki Bluhm, another american music history

nicki-bluhm-osl-2014-by-joshua-mellin

Ci sono storie musicali che sono splendidamente americane. Questa che raccontiamo oggi lo è. Perché cosa c’è di più fascinoso che girare in lungo ed in largo gli States pressati in un camper per suonare un giorno i Nord Dakota ed il giorno dopo in Texas? In posti che già solo il nome fa America. […]

Continue Reading →

RACCONTI – Isabelle si dondola nella notte

bigass

Isabelle camminava dondolandosi piano. Aveva gli occhi scuri che quasi non potevi penetrarli da tanto che erano barriera. Luccicanti. Isabelle portava maglie nere come i suoi occhi e cercava spesso di scivolare nel buio per mimetizzarsi sul confine delle ombre della notte. La guardavo dondolare il sedere. Diceva di vergognarsene un po’ sin da quando […]

Continue Reading →

MUSICA – L’album maledetto degli Slayer che uscì l’11 settembre del 2001

slayer_-_god_hates_us_all_a1

Di dischi con l’aura della maledizione nella storia della musica rock ce ne sono a carrettate. Ma quella che andiamo a raccontarvi è una delle storie più curiose e inquietanti di sempre.   Stanotte ucciderò te e i tuoi sogni Inizio una nuova vita Fai sanguinare la tua morte sopra di me Lascia che la […]

Continue Reading →

MUSICA – La storia triste dell’uomo di nessun posto e della ragazza del whisky

NOWHERE

Questa è una storia triste del sud degli Stati Uniti. Una di quelle storie che non sembra possano essere vere talmente sono tragiche. Bisbee in Arizona è una cittadina di poco più di 5 mila abitanti, a 92 miglia da Tucson. Casette basse di legno tra le colline brulle dell’Arizona. La dove il west americano […]

Continue Reading →

RACCONTI – Camminando con Vivienne

vivienne

E’ strano come la vita ribalti le prospettive. Ho incrociato Vivienne quasi per caso qualche giorno fa. Abbiamo fatto un tratto di strada assieme. Perché si sia messa a parlare con me non so, me lo chiedo da qualche giorno. Tutti i giorni da quella sera facciamo un tratto di strada assieme. Così giocando con […]

Continue Reading →

RACCONTI – Un blues (possibilmente di Statesboro) per Duane

duane_allman3

Statesboro è una cittadina della Giorgia, un buco di culo del mondo, uno dei tanti degli States. Poco più di 25 mila abitanti, capoluogo della contea di Bulloch. Ha una particolarità. Nessun altro luogo negli Stati Uniti porta questo nome. Strano per le piccole realtà Ci sono nomi parecchio inflazionati. Di Fredonia, ad esempio, ce […]

Continue Reading →

RACCONTI – Gli umori di Demetra

demetra

Era difficile sostenere lo sguardo degli occhi fiammeggianti e azzurri di Demetra. Ma era una sfida a cui si era pian piano abituato. La guardava negli occhi e poi alternava e le guardava le mani, nervose. Le dita lunghe che si muovevano nell’aria. Le unghie corte ma curate. Demetra era una sorta di monolite. Una […]

Continue Reading →

MUSICA – Quando la band fittizia è più vera del vero

Sparkasse erfindet Boyband

Secondo la Treccani online fittizio sta per: cosa che è diversa da ciò che appare, quindi priva di realtà, finta, immaginaria. Una parola che etimologicamente deriva dal latino ficticius che sta per plasmare, fingere, immaginare. Spesso lo si usa per cose in fondo credibili, o che in qualche modo diventano vere… era un matrimonio fittizio, […]

Continue Reading →

RACCONTI – L’odore sensuale che sconvolse Aurora

metro

Il respiro tornava via via normale e le botte non si sarebbero fatte sentire almeno per un’altra ora. Aurora era stanchissima, quella stanchezza che serve a scacciare ogni pensiero. Per quello aveva scelto lei, donna, giovane, esile, una palestra di boxe. Era l’unica donna boxeur della palestra degli Audaci, uno scantinato in un palazzone grigio […]

Continue Reading →